La sensibilità del governo italiano alla tutela del Made in Italy ed alla protezione delle iniziative di carattere creativo ha portato all’emanazione di alcuni bandi finalizzati all’erogazione di agevolazioni economiche per le piccole e medie imprese italiane.
Il 01.02.2016 è la data, oramai imminente, di apertura del periodo utile alla presentazione della domanda di rimborso ai sensi del bando “Marchi+2”, emanato dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) in collaborazione con Unioncamere, avente ad oggetto le agevolazioni relative alle spese sostenute – dopo il 01.02.2015 – per lo sviluppo e la registrazione di un marchio, comunitario ed internazionale, la cui pubblicazione sia intervenuta entro il 01.02.2016.

Similmente si sta avvicinando il termine utile alla presentazione della domanda relativa alle agevolazioni contenute nel bando “Disegni+3”, emanato dal MISE, congiuntamente alla Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione dell’UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi).

Il bando prevede agevolazioni per le micro, piccole e medie imprese (con le caratteristiche specificate all’art. 4 del bando stesso) che avviino un progetto – il quale si deve concludere entro nove mesi dall’ottenimento dell’agevolazione – per la valorizzazione di un disegno o modello, purché: i) quest’ultimi siano registrati; ii) l’impresa sia titolare, o contitolare del disegno o del modello (oppure abbia concluso un accordo di licenza con il titolare del disegno o del modello).

Per “disegni” e per “modelli”, ai sensi dell’art. 31 del d.lgs. 10 febbraio 2005, n.30, si intendono le registrazioni di caratteristiche (linee, colori, forma, struttura ecc.) dell’aspetto esterno del prodotto nuove e di carattere individuale.

Le spese che possono essere oggetto della domanda di rimborso – purché sostenute dopo il 3 dicembre 2015 – devono riguardare:

a) servizi specialistici volti alla valorizzazione del disegno o modello per la messa in produzione di nuovi prodotti ad esso correlati, ivi incluse attività per la ricerca di nuovi materiali, per la realizzazione di prototipi e per le consulenza tecniche, anche legali, specializzate, fino ad un ammontare massimo di euro 65.000,00;

b) servizi specialistici volti alla valorizzazione del disegno o modello per la commercializzazione del titolo di proprietà intellettuale, ivi incluse attività di consulenza specializzate nella valutazione tecnico-economica del modello e per le analisi di mercato, per la tutela legale del disegno o modello (inclusi eventuali accordi di segretezza) fino ad un ammontare massimo di Euro 000,00.

Il bando prevede la possibilità di richiedere le agevolazioni per le registrazioni di più disegni o modelli, ma non sarà possibile, per un’unica azienda, ottenere un rimborso complessivo superiore ad Euro 120.000,00.

Per completare la domanda di agevolazione è sufficiente compilare il form online che sarà disponibile al sito www.disegnipiu3.it a partire dalle ore 9:00 del 2 marzo 2016, fino all’esaurimento del fondo stanziato (pari ad Euro 4.700.000,00 circa).

Per evitare di perdere questa opportunità sarà necessario completare con attenzione la domanda, verificando con cura i presupposti ed allegando tutta la documentazione necessaria.

 

Contributo inserito nella Newsletter n.1/2016.
Le informazioni contenute nel presente contributo, così come tutto il contenuto del nostro sito web, hanno carattere generale e scopo meramente informativo, naturalmente senza pretesa di esaustività, e non costituiscono attività di consulenza legale mirata.
Nessuna parte di questo contributo può essere riprodotta, distribuita o trasmessa in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo senza la previa autorizzazione scritta dell’autore.
Copyright © Studio Legale Bressan 2016