Finanziamenti: Temporary Export Manager per l’internazionalizzazione delle PMI

Dal 1° settembre 2015 inizia a decorrere il termine di registrazione nel sito del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) per le PMI interessate ad ottenere i finanziamenti a fondo perduto – in totale, circa 19 milioni di Euro – destinati a favorire l’inserimento (a tempo determinato) di Temporary Export Manager (T.E.M.) nelle proprie strutture.

Con i “Voucher per l’internazionalizzazione” di cui al Decreto Ministeriale del 15 maggio 2015, il Ministero intende sostenere le strategie di accesso e consolidamento nei mercati esteri delle aziende italiane, mediante l’incentivazione all’introduzione di una figura professionale capace di individuare i piani di sviluppo per l’export più adatti per ogni singola realtà aziendale (ad esempio, tramite attività di analisi di mercato, di individuazione di nuovi clienti e di potenziali partner stranieri).

Il bando si rivolge alle micro, piccole e medie Imprese, anche in forma di società cooperativa, ed alle reti di impresa. Tra i requisiti di accesso al bando – a cui non sono soggette le start-up – si richiede un fatturato minimo pari a 500.000,00 euro conseguito in almeno uno degli esercizi dell’ultimo triennio.

Il bando riserva una quota di disponibilità finanziaria alle PMI che hanno partecipato ai “Roadshow per l’internazionalizzazione” organizzati dall’ICE (l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) e che hanno acquisito dalla medesima una valutazione di sufficiente potenzialità di internazionalizzazione entro i tre mesi precedenti al termine per la presentazione della domanda. Inoltre, è prevista una ulteriore riserva nella misura del 3% delle risorse disponibili per ciascun bando, destinata ai soggetti in possesso dei requisiti di accesso e che hanno conseguito il “rating di legalità”.

Il contributo comunitario riconosciuto sarà pari a:

i) per la prima tranche: 10.000,00 euro per le imprese che presentano per la prima volta la domanda e che si fanno carico di un co- finanziamento di almeno 3.000,00 euro;

ii) per la seconda tranche: 10.000,00 euro per  le imprese che presentano per la prima volta domanda di partecipazione con una quota di co-finanziamento da parte dell’impresa beneficiaria di almeno 3.000,00 euro; oppure 8.000,00 euro per le imprese ammesse alla  prima tranche che intendono fare nuovamente ricorso all’agevolazione con una quota di co- finanziamento da parte dell’impresa beneficiaria di almeno 5.000,00

Da tenere a mente i termini che seguono:

  • dalle ore 10.00 del 1° settembre 2015: registrazione delle imprese beneficiarie accedendo al portale mise.gov.it;
  • dalle ore   00   del    15    settembre    2015: compilazione e caricamento delle domande sottoscritte digitalmente;
  • dalle ore   00   del    22    settembre    2015: presentazione delle domande fino al termine ultimo delle ore 17.00 del 2 ottobre 2015.

I Voucher per l’internazionalizzazione saranno attribuiti secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande e sino ad esaurimento dei fondi disponibili (tenuto conto delle riserve e previa verifica dei requisiti di ammissibilità e di completezza della domanda).

 

Contributo inserito nella Newsletter n.3/2015.
Le informazioni contenute nel presente contributo, così come tutto il contenuto del nostro sito web, hanno carattere generale e scopo meramente informativo, naturalmente senza pretesa di esaustività, e non costituiscono attività di consulenza legale mirata.
Nessuna parte di questo contributo può essere riprodotta, distribuita o trasmessa in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo senza la previa autorizzazione scritta dell’autore.
Copyright © Studio Legale Bressan 2015

error: Il contenuto è protetto da copyright