Vietnam: le novità della riforma della legge sulle società

Il 1° luglio 2015 in Vietnam è entrata in vigore la tanto attesa riforma della legge in materia di società, volta a semplificare e promuovere gli investimenti diretti esteri nel Paese.

Oltre ad un generale allentamento degli adempimenti burocratici riguardanti la costituzione della società, che comunque restano piuttosto corposi, le principali novità riguardano  la legale rappresentanza, i quorum societari previsti e le acquisizioni.

Con riferimento alla legale rappresentanza dell’azienda, ora è possibile designare più legali rappresentanti, dei quali solo uno dovrà necessariamente risiedere in Vietnam. Questo consentirà alle società un maggiore raggio d’azione potendo diversificare per settore il potere di rappresentanza dei propri manager.

Strettamente collegata al tema della legale rappresentanza è anche la riforma relativa ai timbri aziendali (detti anche corporate seal o, comunemente, chop), la cui apposizione in un atto ufficiale è condizione essenziale per impegnare la società. Se, in passato, il timbro veniva rilasciato a seguito di una specifica richiesta all’autorità di pubblica sicurezza, oggi la società potrà determinare autonomamente la forma, il contenuto e la quantità di timbri, limitando le formalità ad una semplice comunicazione all’autorità, segnalando l’esistenza dei timbri emessi.

Altra interessante novità riguarda l’abbassamento dei quorum assembleari a seconda del tipo societario. In particolare, per le Limited Liability Company (LLC), assimilabili alle S.r.l. italiane, la soglia viene ridotta dal 75% al 65%. Per le Joint Stock Company (JSC), assimilabili alle S.p.A. italiane, la soglia della prima convocazione viene portata dal 65% al 51%, mentre per la seconda convocazione dal 51% al 31%.

Tra le novità di portata negativa, è da segnalare l’obbligo per i soci di una LLC di versare l’intera quota di competenza entro 90 giorni dalla costituzione e non più entro 3 anni.

Infine, in materia di acquisizioni e fusioni (M&A), con la riforma cade l’obbligo di fusione o acquisizione solo tra società dello stesso tipo. Di conseguenza, ora una LLC potrà acquisire una JSC senza dover prima convertirsi a sua volta in una JSC e viceversa.

 

Contributo inserito nella Newsletter n.3/2015.
Le informazioni contenute nel presente contributo, così come tutto il contenuto del nostro sito web, hanno carattere generale e scopo meramente informativo, naturalmente senza pretesa di esaustività, e non costituiscono attività di consulenza legale mirata.
Nessuna parte di questo contributo può essere riprodotta, distribuita o trasmessa in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo senza la previa autorizzazione scritta dell’autore.
Copyright © Studio Legale Bressan 2015

error: Il contenuto è protetto da copyright