Nel marzo scorso (2015) il Ministero di Giustizia giapponese ha annunciato di voler rivedere alcune regole in materie di diritto societario ed in particolare nella costituzione di una società controllata.

Tra le novità presentate rientra anche l’abrogazione della norma che prevedeva l’obbligo per le aziende di nominare Amministratore (representative director) un cittadino giapponese. In passato questa disposizione aveva creato non pochi problemi alle aziende straniere che intendevano entrare nel mercato giapponese a mezzo di una società controllata, obbligandole alla ricerca di una figura locale alla quale affidare uno dei ruoli apicali della nuova struttura.

La nuova disciplina, inizialmente concepita in riferimento alla sola forma societaria del tipo kabushiki kaisha (KK) – la forma societaria maggiormente diffusa e corrispondente all’italiana S.p.A. – pare verrà estesa anche ad altri tipi societari, quali il godo kaisha (GK) –  una società a responsabilità limitata – e la tokutei mokuteki kaisha (TMK), una particolare forma societaria utilizzata principalmente nei progetti d’investimento immobiliare e/o nel settore energetico.

Il requisito sarà comunque necessario nella costituzione di una filiale di una società straniera e nella creazione di una limited liability partnerships (LLP) – o, in giapponese, yugen jigyou sekinin kumiai –  dove almeno uno degli Amministratori dovrà necessariamente essere un cittadino giapponese.

La novella, nel complesso, è stata salutata con favore dalla comunità internazionale degli affari e si prevede che possa portare un incentivo agli investimenti diretti stranieri in Giappone già nel medio periodo.

 

Contributo inserito nella Newsletter n.2/2015.
Le informazioni contenute nel presente contributo, così come tutto il contenuto del nostro sito web, hanno carattere generale e scopo meramente informativo, naturalmente senza pretesa di esaustività, e non costituiscono attività di consulenza legale mirata.
Nessuna parte di questo contributo può essere riprodotta, distribuita o trasmessa in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo senza la previa autorizzazione scritta dell’autore.
Copyright © Studio Legale Bressan 2015